Archivi tag: Roma

Rds Academy – Una domenica così…

Non c’è tifo, colore, passione o pulsione che tenga… Calcio, F1, Arene, figli sconosciuti di gente semisconoaciuta che racconta i propri ca**i sotto luci da fotoromanzo…

La domenica ideale per me è a letto…!

È stata una settimana intensa, ancora non ho capito davvero dove sto. La mia cuffia me lo ricorda parzialmente, ciò mi rende protagonista di uno stato di sommessa, ma penetrante e continuativa ansia.  Una domenica come questa non può essere però fatta di nulla, condita di sola musica nelle orecchie… Bisogna prepararsi… La stanza ha le dimensioni e le Christian Floris Rds Academyprospettive di un non luogo. Una camera che potrebbe essere la stessa ovunque nel mondo: bella, ma anonima. Con le tende chiuse, qui dentro puoi pensare di stare dove vuoi… Improvvisi talk cronometrandoti, studi, parli da solo, giri intorno al letto, rivolgi smorfie allo specchio, fai due passi in terrazzo bardato come Mina alla Conad e poi ti addormenti ad un orario a caso per arrivare, forse, puntale a cena con gli altri. Ecco, così si trascorre la domenica da allievo dell’ Rds Academy. Leo Di Caprio in “The aviator”, quando racconta di Hughes in fase psicotica.

E lì, mangiando a cena con lo stordimento più conforme ad una colazione, che scopro che in camera facciamo tutti prove su prove, ricerche, prendiamo appunti pensando agli scenari possibili e spingendoci al sogno allo stesso modo. Questo significa che non siamo poi così distanti e che, seppure sia stata una settimana convulsa, fatta di approcci generici e superficiali, i primi legami ci sono. Questa è l’ultima occasione informale di noi otto tutti insieme. Nessuno lo sottolinea a voce alta, ma lo sappiamo tutti… Non rompiamo la scaramanzia, la condivido. A letto presto, stavolta anch’io…  Domani è una giornata tosta per tutti noi…

Salteranno le prime teste… e qui, nessuno si sente al sicuro…

Rds Academy – Se non sarà una birra sarà un Martini. 

Christian Floris Rds academyÈ strano vivere improvvisamente in comunità, rinunciando a gran parte dei tuoi spazi e delle tue abitudini. Però è utile, queste esperienze servono a renderci un po’ ridicoli, le cose tecniche che non sappiamo diventano le nostre principali ansie, la paura di una prova a sorpresa toglie il sonno, insomma i ritmi non aiutano nemmeno la conoscenza. Non posso dire di sapere ancora molto dei miei compagni, però si ostinano tutti a non ammettere a voce alta che il clima è quello di una gara, ma stanno tutti correndo… usano la parola “studiare” molto spesso… 

Per capire i nostri caratteri e solidarizzare, proponiamo con il Papà e Alessandro, una capatina al pub tutti insieme.

Non farò nomi, ma qualcuno si presenta con le dispense di Giovagnoni e legge mentre aspettiamo il tavolo, altri tre sbuffano e i rimanenti parlano della parte poco interessante di Cristiano Ronaldo… Il calcio. 
Quindi gli sms minatori ad “una soggetta” che adoro, premono per un suo arrivo.
Per la filosofia del non fare nomi, Francesca non arriverà mai. 
L’attesa del tavolo è durata troppo, 30 minuti sono intollerabili, anche io odio le file. Breve momento selfie sotto l’ambasciata filippina per celebrare le origini di Rolando. In camera tutti alle 22.00. 20 minuti dopo siamo al residence. Riesco a vedere tutta la puntata di tv7. Secondo la leggenda la sede di Rds è un ex convento… Le orsoline e i frati dunque, li abbiamo trovati. 
Comunque al contrario di me, Ale e Fra… Gli altri su Celentano saranno preparatissimi, infatti “escono poco e parlano ancora meno”. 
Ora esco, da solo, con Uber raggiungo delle persone ad una festa. Domani mattina non ci sono lezioni. Due Martini e poi rientro, mi dico, ma ho un sentore… Farò tardi anche oggi e le occhiaie non mentiranno… Ryan sta prendendo il sopravvento. 



Christian Floris: in viaggio verso Rds Academy 

IMG_5609

Ho deciso di tornare tra i banchi di scuola, una scuola forse più formativa di molte altre, perché offre un reale contatto con eccellenti professionalità e a vivere per diverse settimane all’interno di un’azienda tra le leader nel l’intrattenimento radiofonico.

Il dicembre scorso, in auto a Roma ho sentito lo spot per radio, ho registrato un breve video e sono stato contattato. Ho riflettuto molto, ho pensato a quanto mi faceva felice fare radio anni fa, ho realizzato che il premio alla fine di questa esperienza è un contratto di lavoro con Rds. Davanti ad un’opportunità del genere, rifiutare per una preconcetta visione dei talent, mi sembrava stupido, in rispetto del concetto di lavoro stesso. Non accettare le opportunità che ti si palesano, quando la tua speranza è quella di fare della tua passione il tuo lavoro, sarebbe stupido.

L’importanza e la responsabilità che spetta al ruolo di colui o colei che vincerà la seconda stagione di Rds Acdemy è stata da subito ben presente nelle intenzioni dei giudici, degli autori e della produzione.

Il casting è stato molto impegnativo, i presupposti sono buoni… Incrocio le dita .

Christian Floris alla 5° edizione del “Premio Nanà”

Premio Nanà: Nuovi scrittori per l’Europa V Edizione,

premio_nanàpromosso da Avagliano editore con il Patrocinio della Commissione Europea e della Presidenza della Repubblica Italiana, giunge alla fase di proclamazione del vincitore.

La cerimonia di proclamazione si tiene il 23 maggio 2013 a Roma, presso la sede della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, in via IV Novembre 149, dalle ore 10 alle ore 12:30 nella Sala Europa. La Giornata si apre con il saluto di benvenuto da parte dei Rappresentanti della Commissione Europea.

Intervengono: Enrico Criscuoli, Vittoria Milano, Christian Floris, Sergio Passariello, Andrea Lombardi e l’autrice vincitrice della terza edizione, Serena Frediani. Coordina i lavori Gennaro Sangiuliano (Tg1).

Il Premio Nanà nasce dalla volontà dei suoi ideatori di contribuire alla diffusione del romanzo italiano ed europeo, premiando le novità nella narrativa e coinvolgendo, attraverso la loro capacità critica di valutazione, i giovani delle scuole italiane.

Le opere inedite pervenute in totale sono 18. I manoscritti sono stati presentati da candidati distribuiti tra tutte le regioni italiane, dall’Abruzzo al Veneto, dal Piemonte alla Sicilia, con una prevalenza di autrici sugli autori.