Christian Floris intervista Roberta Bruzzone

Mi sono sempre chiesto quanto sia corretto riempire pagine e pagine di giornali con i dettagli macabri di una vicenda di cronaca.
Dove finisce la comprensione del dolore ed inizia il meccanismo perverso del reality show…?
Con il caso della giovane Sara Scazzi credo che si sia superato ogni limite…

In questo periodo ogni volta che in tv si parla del caso Avetrana, assistendo al rimpallo di responsabilità tra Michele Misseri e la figlia Sabrina Misseri è automatico per me cambiare canale… Sostengo e difendo il buon giornalismo, il racconto di un fatto, l’etica di un professionista della comunicazione che ti mette al corrente di ciò che accade nel mondo come dietro casa tua, ma detesto la speculazione…

Nei giorni scorsi, mentre ero impegnato nella registrazione di alcune interviste a “Più libri più Liberi” 2010, ho incontrato la Dott.sa Roberta Bruzzone, psicologa, criminologa, consulente tecnico di parte di Michele Misseri, ed ospite fissa di “Porta a Porta” il programma di Raiuno condotto da Bruno Vespa.
A lei, per il videoblog di questo mio sito www.christianfloris.com, ho chiesto quanto sia eticamente corretto rendere il dramma, evento mediatico

E voi come la pensate?… Lasciate qui sotto il vostro commento!

Advertisements

Un pensiero su “Christian Floris intervista Roberta Bruzzone”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...